MAQBOOL MACBETH IN INDIA Recensione di Sunil Deepak (2004)

Titolo: Maqbool, Regista e musica: Vishal Bhardwaj; Sceneggiatura: Abbas Tyrewala; Attori: Pankaj Kapoor, Irfan Khan, Tabu, Naseerudin Shah, Om Puri, Piyush Mishra, Masumi Makhija, Ajay Gehi (2003)

Vishal Bhardwaj è conosciuto meglio come musicista, un po' eccentrico e con uno stile musicale tutto suo. Ha esordito come regista nel 2002 con il film Makdee (Ragno), un film per bambini. Maqbool è il suo secondo film. La storia del film è inspirata dal famoso libro Macbeth di William Shakespear, la storia dell'assassinio del vecchio re da parte del principe, istigato dalla matrigna.

Trama: Jahangir (Pankaj Kapoor) è il boss mafioso di Bombay. Tutti lo chiamano Abbaji (signor padre). Anche i politici gli girano attorno perché lui può decidere le sorti del governo e dello stato. Abbaji ha una vecchia moglie e una giovane figlia Sameera (Masumi Makhija). Ha anche una seconda moglie, Nimmi (Tabu), molto bella e molta più giovane di lui, appena più vecchia di sua figlia.

L'uomo più affidabile di Abbaji è Maqbool (Irfan Khan), un ragazzo orfano cresciuto nella famiglia. Tutti lo chiamano Mian (Signore). Un altro vecchio compagno del gruppo è Kaka (Piyush Mishra) e il suo giovane figlio Guddu (Ajay Gehi).

Abbaji è innamorato pazzo della sua giovane moglie e farebbe qualunque cosa per lei. Quando lei si fa male ad un piede, lui non esita a baciarle i piedi in pubblico. Nimmi conosce la debolezza del marito e alle sue spalle guarda con malizia verso Maqbool.

Nimmi manipola i due uomini con abilità - il vecchio marito e il suo giovane luogotenente. Gradualmente lei fa capire a Maqbool che è innamorata di lui e che vorrebbe stare con lui. Poi, inizia a insinuargli dei sospetti in mente sopratutto verso l'eredita del potere di Abbaji.

Tra il giovane Guddu e la figlia di Abbaji, Sameera, sta nascendo l'amore. Secondo Nimmi, sarà Guddu a diventare l'erede di Abbaji così davanti a Abbaji, Maqbool inizia a lanciare accuse verso Guddu, recitando la parte del fratello offeso della ragazza. Kaka, l'amico di Maqbool (nonchè padre di Guddu) si arrabbia quando capisce che suo figlio ha osato amare la figlia del grande capo. Ma Abbaji sorprende tutti - chiede a Guddu di sposare sua figlia.

"Hai visto, avevo ragione" dice Nimmi a Maqbool. "Resterai soltanto il cane fedele di Abbaji, tutto il potere andrà al suo genero" incitandolo. Il giorno del fidanzamento tra Guddu e Sameera, Nimmi recita la parte della matrigna affettuosa ma continua a provocare Maqbool. Quella notte, Maqbool entra nella camera di Abbaji e gli spara. Uno spruzzo di sangue bagna la faccia di Nimmi. Tanti sospettano che l'assassinio sia opera di Maqbool, ma nessuno lo dice. Maqbool diventa il nuovo capo del gruppo.

Maqbool vuole recitare la parte del fratello affettuoso verso Sameera, ma lei non lo supporta e comincia a strillare se lui cerca di avvicinarla. Maqbool propone di concludere il matrimonio tra Guddu e Sameera e sfrutta l'occasione per ammazzare Kaka e altri uomini che erano fedeli verso Abbaji. Soltanto Guddu riesce a sfuggire. Maqbool sognava di diventare il capo incontrastato del gruppo invece si ritrova a doversi salvaguardare continuamente dal gruppo rivale di Guddu.

Nimmi scopre di essere incinta ma non è sicura se il filgio è di Maqbool o di Abbaji. Un giorno il gruppo di Guddu attacca la casa di Maqbool. La vecchia vedova di Abbaji muore, ma Sameera riesce a scappare con Guddu.

Da una parte l'impero mafioso di Maqbool comincia a cadere a pezzi, mentre dall'altra parte, Nimmi è consumata dal senso di colpa. Sente il pianto di Abbaji dal suo grembo e vede macchie di sangue dappertutto. Maqbool vorrebbe lasciare l'India e trasferirsi in medio oriente ma il parto di Nimmi ha una complicazione, la ragazza viene colta da una emorragia e muore. Maqbool viene ammazzato da un sicario di Guddu.

Commenti: E' un film complesso e pieno di simbolismo.

Bisogna guardare il film diverse volte per capire e notare i piccoli dettagli della vita costruiti con molta attenzione nel film. Il gruppo degli attori del film è veramente formidabile e diventa difficile scegliere l'attore più bravo tra di loro.

Anche le piccole comparse sono caratterizzate in maniera eccezionale. Personalmente, penso che la caratterizzazione di Abbaji da parte del attore Pankaj Kapoor sia maestrale, anche se Irfan Khan (Maqbool) e Nimmi (Tabu) sono veramente molto bravi.

E' uno dei migliori film indiani degli ultimi anni.

***

Vedi la lista completa degli articoli sul mondo di Bollywood.