Bollywood Panorama Generale (parte2) di Sunil Deepak (2004)

Part 1

Hrishikesh Mukherjee iniziò la sua carriera come assistente di Bimal Roy nel 1951 e uscì con il suo primo film Musafir (Il passeggero) nel 1957. Negli anni sessanta e settanta lui presentò diversi film, storie semplici di persone semplici raccontate in modo semplice e toccante, molti dei quali furono molto popolari. Tra questi vi erano - Anuradha (1960), Anupama (1966), Satyakam (1969), Anand (1970), Guddi (1971), Namak Haram (Il Traditore, 1973), Chupke Chupke (Di Nascosto, 1975), Mili (1975) e Khubsoorat (La Bella, 1980). Tra tutti i suoi film, il mio preferito è Satyakam, la storia di un giovane idealista che crede nella verità e nell'onesta e il quale si trova isolato da crescente consumismo e corruzione nell'India indipendente. Il film rappresenta le delusioni di quanti avevano lottato per l'indipendenza dagli inglesi nella speranza di un'India più in sintonia con il pensiero di Mahatma Gandhi.

Gli anni sessanta hanno visto diversi registi molto popolari per i film romantici, come Nasir Hussein, Shakti Samant, S.K. Mukherjee e attori come Shammi Kapoor, Rajendra Kumar, Sunil Dutt, Asha Parekh, Sadhna, ecc. I nuovi registi hanno iniziato l'era delle commedie romantiche, un po' sullo stile di Doris Day e Rock Hudson, con personaggi urbani di classe medio alta. Cosi arrivano film come Dil Deke Dekho (Prova a dare via il tuo cuore), Phir Wohi Dil Laaya Hun  (Di nuovo ho portato il mio cuore per te), Kashmir ki Kali (Il Fiorellino di Kashmir), Jab Pyar Kisi se Hota Hai (Quando uno si innamora), Junglee (Selvaggio) e Love in Simla (L'amore a Simla). Derisi dai critici come film senza valori e sostanza, oggi la semplicità senza pretese intellettuali di questi film fa quasi tenerezza (oggi molti di questi film si possono guardare gratuitamente sui siti internet, come quello di Rajshri, ma sono senza sottotitoli).

Con gli anni settanta sono arrivati due nuovi attori - Rajesh Khanna e Amitabh Bacchan. Con film come Anand (Gioia), Kati Patang (L'aquilone spezzato) e Aradhana (Preghiera), Rajesh Khanna generò un livello di adulazione popolare mai visto prima in India per un attore. I ragazzi copiavano i suoi vestiti e lo stile di suoi capelli, le ragazze gli scrivono lettere d'amore scritte con il sangue. Amitabh Bacchan invece fece fatica a trovare successo per molti anni. Dopo alcuni anni le cose cambiarono e Rajesh Khanna perse la sua patina, deriso per essere sempre lo stesso, mentre la fama di Amitabh Bacchan è cresciuta e ancora oggi a 62 anni, lui continua ad essere ancora molto popolare. Folle di persone invocano il suo nome nei paesi dell'Africa, del Medio oriente e dell'Asia ed è lui con il massimo dei voti per l'attore più popolare del mondo in un referendum indetto dalla rivista americana Time. Per decenni confinato in ruolo del "giovane arrabbiato" che lotta contro il sistema, oggi lui può finalmente sperimentare diversi generi di film e di ruoli.

Gli anni settanta hanno visto anche uno dei film più famosi e visti dell'India - Sholay (Fiamme, 1975) di un giovane Ramesh Sippy, un curry western paragonato ai migliori lavori di Sergio Leone, con un cast di eccezione - un formidabile Sanjeev Kumar insieme a Amitabh Bacchan, Dharmendra, Hema Malini e Jaya Bhaduri. E' il film più visto di tutti i tempi in India e guardarlo al cinema diventava un'esperienza speciale perché gli spettatori ripetono a voce alta tutte le frasi degli attori.

Gulzaar iniziò la sua carriera come poeta per le canzoni del film Bandini per il regista Bimal Roy nel 1963 e rimane uno dei poeti più famosi del cinema indiano. Nel 1971 lui presentò il suo primo film come regista, Mere Apne (I miei cari). Anche se lui continua a presentarsi con qualche film ancora oggi ma la sua fase più proficua come regista era negli anni settanta con diversi film come - Parichay (Introduzione, 1972), Aachanak (Improvvisamente, 1973), Koshish (Il Tentativo, 1972), Aandhi (Il Temporale, 1975), Mausam (Stagione, 1975) e Namkeen (Salato, 1982). Mentre i suoi primi film erano semplici storie di persone semplici, pieni di poesia, negli anni novanta lui ha cambiato strada con due film molto duri contro il sistema - Macchis (Fiammifero) sul cosiddetto terrorismo dei sikh e Hu Tu Tu (La chiamata) sulla corruzione politica in India.

Un altro regista con una carriera che attraversa diversi decenni è Yash Chopra, con il suo primo film Dharti ke Phool (Fiori della terra) nel lontano 1959. Lui ha presentato alcuni dei film più popolari del cinema indiano - Ittefaq (Coincidenza, 1969), Daag (Macchia, 1973), Deewar (Il Muro, 1975), Kabhi Kabhi (Qualche volta, 1976), Silsila (Continuazione, 1981), Chandni (Raggio di Luna, 1989), Lamhe (Attimi, 1991) e Dil to Pagal Hai (Il cuore è matto, 1997). Nel 1995, anche il suo figlio, Aditya Chopra è arrivato con un'altro film molto popolare - Dilwale Dulhaniya Le jayenge (Quelli con il cuore porteranno la sposa), rimasto in diversi cinema per più di 5 anni senza interruzioni e visto come un film di culto dai giovani. In fatti, il film prima uscito nel 1995, continua ad essere proiettato ancora oggi nelle varie città. Sia Yash che il figlio, Aditya sono conosciuti per i film romantici e leggeri.

La casa di produzione di film Rajshri Films iniziò negli anni sessanta per più di tre decenni, sotto la guida di Tarachand Barjatya, per presentare film per le famiglie - storie realistiche senza scene di violenza o di sesso. Alcuni dei suoi film più famosi comprendono - Dosti (Amicizia), Ankhiyon Ke Jharokhon se (Guardandoti di nascosto), Dulhan Wohi Jo Piya Man Bhaye (La sposa giusta è quella che piace allo sposo), Chitchor (Ladro di cuore), Saudagar (Il commerciante) e Sawan ko Aane Do (Lascia arrivare i monsoni). Il suo figlio Sooraj Barjatya è arrivato sul scena negli anni novanta, con Maine Pyar Kiya (Mi sono innamorato) e poi, Hum Aaap Ke Hain Kaun (Chi sono per te), un successo mondiale. Personalmente penso che i vecchi film di Tarachand erano molto migliori dal punto di vista di temi e trattamento anche se i film di Sooraj sono molto più belli dal punto di vista tecnologico.

Mahesh Bhatt iniziò la sua carriera di regista negli anni settanta con film come Mazilein Aur Bhi Hein (Le mete sono altre), e ha fatto alcuni dei suoi lavori più importanti negli anni ottanta con alcuni film apprezzati sia dai critici che dalle masse - Saaransh (Il riassunto), Arth (Il significato) e Zakhm (La ferita).

Shyam Benegal, un ex-direttore di un'agenzia di pubblicità è uscito con il suo primo film Ankur (Il germoglio) nel 1973 e subito è stato riconosciuto come uno dei grandi del cinema sensibile. Lui ha proseguito con film come - Nishant (Fine della notte, 1975), Manthan (Frullato, 1976), Junoon (La pazzia, 1979) e Trikaal (Le tre epoche, 1985). Due delle attrici più famose del cinema moderno indiano, Shabana Azmi e Smita Patil, hanno dato alcune delle loro interpretazioni migliori nei film di Shyam Benegal. Un altro regista contemporaneo di Mahesh Bhatt e Shyam Benegal è Subhash Ghai.

Mani Ratnam iniziò la sua carriera nei film di lingua tamil nel 1986. Il suo primo film doppiato in hindi fu Anjali (1990). Lui ha diretto alcuni dei film più belli negli ultimi anni - Roja (1992), Bombay (1995), Dil se (Dal cuore, 2001), ed è riconosciuto come uno dei migliori registi indiani oggi.

Tra i registi più popolari oggi, vi è anche Karan Johar con Kuch Kuch Hota Hai (Succede Qualcosa, 2000), Kabhi Khushi Kabhi Gham (Qualche volta gioia, qualche volta tristezza, 2002) e Kal Ho Na Ho (Chi'ssa se vi sarà un domani, 2003). Nonostante il successo popolare, sopratutto tra le persone di origine indiana le quali vivono fuori dall'India, i suoi film sono criticati per le loro storie molto zuccherine e tradizionali.

Un altro regista molto popolare oggi è Ram Gopal Varma, famoso per aver sperimentato con diversi generi di film in pochi anni - Rangeela, Satya e Company. Vi sono molti altri registi oggi, i quali cercano di uscire dalle solite formule dei film, senza rinunciare alla sua forma tradizionale composta da musica e danze.

Questi sono soltanto alcuni esempi dei registi più famosi nella storia del cinema di Bollywood, tuttavia vi sono molti altri. Uno dei migliori siti per gli studiosi seri del cinema indiano è Upperstall.com.

***

Parte 1 - Vedi la lista completa di articoli sul mondo di Bollywood.