Bollywood: i dei film popolari (Parte 4) di Sunil Deepak (2003)

Parte 1 - Parte 2 - Parte 3 - Parte 4

Bandini (Prigioniera, 1963)

Penso che insieme a Sujata, sia il migliore film di Bimal Roy. Come Sujata, anche Bandini aveva l'attrica Nutan, nel ruolo della protagonista principale.

In Bandini, Nutan era nel ruolo di Kalyani, una prigioniera, colpevole di un assassinio. Il film è ambientato in una prigione, dove Kalyani deve scontare la sua pena di ergastolo per 14 anni.

Il film racconta la storia di Kalyani, la quale vive insieme al suo vecchio padre in un villaggio del Bengala. Suo fratello, uno che lottava contro gli inglesi, è morto durante un'alluvione mentre cercava di aiutare i contadini. Arriva nel villaggio, un rivoluzionario Vikas (Ashok Kumar) imprigionato nel villaggio dagli inglesi, perché metterlo in una prigione provocherebbe disordini pubblici. Kalyani si innamora del rivoluzionario e tutti nel villaggio sanno della loro storia. L'uomo dichiara che vuole sposarla. Nel frattempo, lui viene liberato dagli inglesi. Lui promette a Kalyani che tornerà per sposarla.

Gli anni passano, ma l'uomo non torna. Ferita dalle chiacchiere dei vicini, Kalyani decide di scappare di casa e nella città trova lavoro in un albergo, dove un giorno vede il suo rivoluzionario, ora un uomo sposato con una ricca donna. L'uomo è ignaro della presenza di Kalyani nell'albergo, ma Kalyani è chiamata a servire sua moglie. E' una donna piena di orgoglio per la propria ricchezza che maltratta tutti. Un giorno, arriva la notizia dal villaggio che il padre di Kalyani è morto, mentre Kalyani piange, la moglie del rivoluzionario la maltratta. Cieca dalla rabbia, Kalyani aggiunge veleno per i topi nel pranzo della donna e la uccide.

Quando l'uomo scopre che l'assassina della sua moglie è Kalyani, ormai è troppo tardi, Kalyani deve scontare la pena. L'uomo si giustifica con Kalyani - aveva dovuto obbedire al suo partito e per la lotta contro gli inglesi, era stato costretto a sposarsi.

Nella prigione, c'è una vecchia prigioniera malata di tubercolosi. Il nuovo medico dell'ospedale chiede se qualche prigioniera si offre volontaria per assistere la donna malata, ma tutti rifiutano. Alla fine, Kalyani si offre per darle aiuto e così conosce il dott. Devtosh (Dharmendra), il medico della prigione. Il dottore si innamora della bella e tranquilla Kalyani. Per il suo buon comportamento, Kalyani viene rilasciata dalla prigione in anticipo, il dottore che conosce tutta la sua storia l'aspetta per sposarla.

Kalyani aspetta la nave per andare alla casa del medico, ma di nuovo, vede il rivoluzionario. L'uomo è gravemente ammalato. Kalyani scappa di nuovo, questa volta dal dottore e dalla sua famiglia, per stare accanto all'uomo che lei aveva amato.

I tre personaggi principali, Nutan nel ruolo di Kalyani, Dharmendra nel ruolo del medico e Ashok Kumar nel ruolo del rivoluzionario, sono tutti molto bravi. Il film è bello anche per le scene della vita all'interno della prigione femminile.

Sholay (Le Fiamme, 1975)

E' un film di Ramesh Sippy. Il film è la storia di due ladri-pistoleri, Jay (Amitabh Bacchan) e Veeru (Dharmendra) ingaggiati da un anziano poliziotto (Sanjeev Kumar) per lottare contro una banda di banditi che terrorizza gli abitanti di un villaggio. Ispirato dai lavori di Akira Kurosawa e Sergio Leone, il film ha segnalato l'inizio della produzione di curry-western, i film western ambientati in India. Il merito del film sta nella chiara delineazione di un vasto cast di personaggi, alcuni dei quali sono diventati molto famosi dopo questo film. Dopo circa 25 anni, ancora oggi il film rimane molto popolare.

Il film inizia con l'incontro del vecchio ispettore in pensione (Sanjeev Kumar) con un giovane collega, al quale chiede di rintracciare i due ladri. Segue un flashback, dove l'ispettore sta scortando i due ladri in un treno, ed è attaccato dai banditi. Durante la lotta, i due ladri Jay e Veeru, invece di scappare, aiutano l'ispettore contro i banditi.

I due ladri sono rintracciati e invitati a venire a trovare il vecchio ispettore, il quale gli offre un lavoro - difendere il villaggio da un famoso bandito, Gabbar Singh (Amjad Khan) e la sua banda. L'unica condizione posta dall'ispettore è che dovranno catturare il bandito vivo e consegnarlo a lui.

I due ladri-pistoleri accettano l'incarico, con l'idea di rubare la cassaforte del vecchio ispettore e di scappare, ma la presenza della giovane vedova (Jaya Bhaduri) nella casa e la sua sfiducia verso i due, li mette in difficoltà e alla fine i due decidono di restare. Jay si sente attirato dalla vedova, mentre Veeru si innamora di Basanti (Hema Malini), una chiacchierona del villaggio che guida una carrozza a cavallo.

Durante un attacco dei banditi, i due scoprono che il vecchio ispettore, sempre coperto da un scialle, è senza braccia e cosi esce la storia - il bandito per vendicarsi dell'ispettore, aveva ammazzato tutta la sua famiglia, compreso il nipotino di 7 anni. E' per questo che l'ispettore ha voluto ingaggiare i due pistoleri per catturare il bandito.

Gli uomini del bandito, respinti da Jay e Veeru nel villaggio, rapiscono Basanti. Veeru corre nelle colline dove Basanti è prigioniera per salvarla ma purtroppo viene catturato. Il bandito chiede a Basanti di ballare per loro se vuole salvare la vita di Veeru.

Jay arriva per aiutarli, e uccide tanti banditi e cattura Gabbar Singh, il loro capo. Il vecchio ispettore si vendica sul bandito ma prima che può ucciderlo arriva la polizia, la quale vuole processarlo. Nella lotta, Jay rimane gravemente ferito e muore.

Raccontato cosi, forse il film non sembra niente di speciale, ma il trattamento del film lo rende speciale. Dal crudele bandito al vecchio ispettore con gli occhi angosciati dalla memoria dei suoi figli, il silenzio della vedova Radha e l' esuberanza di Basanti, ogni piccolo personaggio del film ha una sua chiara personalità. E' bello guardare questo film al cinema in India, dove gli spettatori ormai conoscono a memoria tutta la trama e ripetono ogni dialogo a voce alta.

***

Parte 1 - Parte 2 - Parte 3 - Parte 4 - Indice completo degli articoli sul mondo di Bollywood.