Don Silvio celebra 50 anni di prete (1947-1997) Gli Scritti di Don Silvio Favrin

“anche se siamo povere creature siamo nel soffio dello Spirito”

Beato chi sa ridere di sé stesso.

non finirà mai di divertirsi.

Beato chi sa distinguere una montagna da una buca,

gli saranno risparmiate molte delusioni.

Beato chi sa riposarsi e pregare,

diventerà sapiente.

Beato chi sa ascoltare e aiutare chi soffre

senza credersi indispensabile.

sarà seminatare di gioia e di speranza.

Beato chi sa ringraziare per i doni della vita,

non sarà mai triste nel rimpianto

e nel lamento.

Beato chi sa guardare seriamente le piccole cose

e senza drammi le cose serie,

non perderà mai la pace.

Beato chi sa ammirare un sorriso

e dimenticare una smorfia,

la sua strada sarà piena di sole.

Beato chi sa invecchiare con saggezza,

si avvicinerà non alla fine, ma all'eterno.

Beato te se sai sorridere e tacere

anche quando ti contraddicono.

il Vangelo comincia a penetrare nel tuo cuore.

Beato te se sai riconoscere il Signore

in tutti coloro che incontri.

il Padre ti accoglierà come suo figlio.

Oggi, cinquant’anni fa…

la vita mi dona di vivere ogni giorno

il presente nel passato e nel futuro

come grazia di memoria e di speranza

incontro di amicizia e di fedeltà, annuncio del Vangelo delle Beatitudini

perché Gesù Cristo è lo stesso

ieri, oggi e sempre

e il giorno non finisce

quando tramonta il giorno

ma l’aurora ci trova

dove il tramonto ci ha lasciato

***

L'indice completo degli scritti di Don Silvio Favrin.