E Questo E' Un Uomo? Don Silvio Favrin, 18-25 Aprile 1977

Maciullato. Pestato, scheggiato

colpo su colpo

da un maglio implacabile

che sbriciola e frantuma:

frammento di polvere

travolto dal vortice.

Non è lotta con l’Angelo

questa; non tentazione del Maligno

dove puoi misurare le forze;

è l’incubo dell’agguato ignoto.

E questo è un uomo?

Squassato dalla tosse, allucinato,

sporcato dal vomito,

atterrato come giunco

scosso dall’uragano.

Senza parola, senza pensiero

senza desideri

murato nell’incomunicabilità

e solitudine assoluta

con Dio e con gli altri,

tronco alla deriva

fra stracci di nebbia

che si sfrangiano un attimo

per poi riavvolgerti in gelida coltre.

E’ questo un uomo?

Si questo e soltanto questo

è un Uomo.

L’uomo di tutti i massacri

l’uomo di tutte le crocifissioni

l’uomo che nella sua disperazione

urla per tutti l’ansia

della speranza e dell’amore

l’uomo che nella sua sconfitta

diventa annuncio di liberazione

per tutti.

***

L'indice completo degli scritti di Don Silvio Favrin.