SHIVANI Gaura Pant Scrittori Indiani nelle lingue indiane - Sunil Deepak, 2004

Shivani, scomparsa nel 2003 ha scritto in hindi e in bengalese. I suoi libri erano spesso ambientati nella regione di Kumaoun, ai piedi delle montagne di Himalaya. Il suo nome vero era Gaura Pant Shivani nel 2002, durante un viaggio in Americae iniziò a scrivere nel 1951, quando fu pubblicato un suo racconto, Main Murga Hun (sono un pollo) sul settimanale hindi, Dharamyug.

Sono cresciuto in una famiglia dove autori famosi che scrivevano nelle lingue indiane, come Mohan Rakesh, Sarveshwar Dayal Saxena, Raghubir Sahay ecc., li avevo conosciuti in casa, dove i libri da leggere non mancavano. Ho scoperto Shivani verso 1967, quando un suo romanzo Krishnakali è apparso a puntate sul settimanale Dharamyug. Krishanakali (letteralmente il bocciolo nero) era la storia di una ragazza con la pelle scura, ed è stata la mia prima ossessione. Aspettavo con ansia l'arrivo di mercoledì per poter leggere il racconto. Ricordo ancora il mio dolore quando Krishankali moriva nel racconto.

Nessun libro di Shivani dopo Krishankali mi ha toccato nello stesso modo e ne ho letti tantissimi. Anzi dopo averne letti tanti, riconosco alcune delle critiche che si fanno ai suoi libri - tutti i racconti ambientati in Kumaoun, le sue figure sono tradizionali, la sua difesa dei costumi tradizionali compreso il sistema delle caste, e la sua visione stereotipata della modernità, la quale può portare solo disgrazia e male. Infatti, i critici non l'hanno presa seriamente e non ha mai vinto nessun premio letterario importante, forse perché era troppo famosa e vendeva molti libri. Ciò nonostante, mi piace leggere i suoi libri. L'ultimo suo libro che ho letto è stato Athithi (L'ospite), un libro scritto nel 2003 che nonostante tutte le critiche che sentivo dentro di me, ho letto tutto di un fiato!

Alcuni dei suoi libri più importanti sono: Bhairavi, Kalindi, Rati Vilaap, Vishkanya and Shamshan Champa. Lei stessa ha detto che preferiva il suo libro con gli appunti di un viaggio, Charaiveti. Per quanto ne so, nessuno degli oltre cento romanzi che lei ha scritto, sono stati tradotti in inglese o altre lingue straniere, anche se ho sentito dire che qualche suo libro sarà tradotto in inglese.

***

L'indice completo degli articoli sugli autori indiani su Kalpana.it